Macau Meravigliau-Review

Macau Meravigliau-Review


E anche questa Edizione di Macau è andata.

Grande protagonista di questa edizione è stata la pioggia, che ha decretato la fine anticipata delle prove del venerdì e annullato quelle del sabato. Come annunciato in precedenza, i grandi protagonisti sono stati i britannici, con Mike Rutter (foto di apertura) e la sua Ducati sempre in testa fin dal primo turno di prove e vincitore della gara. Dominatore indiscusso quindi, ancor di più con Stuart Easton, vincitore delle ultime tre edizioni, assente causa infortunio.

Terzo nelle prove e in gara Hutchinson (seconda foto), al rientro in pista oltre un anno dopo il bruttissimo infortunio alla gamba, che lo costringe ora a usare il cambio con il piede destro.

Seconda piazza invece per Martin Jesopp (terza foto), compagno di squadra di Rutter. Ducati cosi si ritrova con un’interessantissima doppietta in quel di Macau.


Tanta attesa per i due fratelli Dunlop, che si sono ritrovati sempre vicini vicini nelle classifiche, concludendo poi 11mo (Michael) e 13mo (William). Entrambi al debutto a Macau, se la sono cavata egregiamente, considerando che l’apprendistato nelle corse stradali  ha un andamento decisamente più lento rispetto alle piste. William stesso ha rimediato un’innocua caduta il primo giorno di prove.

Sesto posto invece per il dominatore del TT 2011, John McGuinnes, dietro a Gary Johnson a sorpresa con la Suzuki del Team TAS.

E ora tutti a festeggiare nei peggiori locali di Macau!

Foto by Renato Marques, altre foto su:  www.samuraiR-photo.com

comments powered by Disqus

Altri commenti

Username
Password
Non sei registrato?
Registrati, è gratis!

Commento


Pensieri a Sfondo Motociclistico


Articoli più letti

Articoli precedenti su MotoCorse.com

Hopkins confermato: sulla Suzuki nel Mondiale

Hopkins confermato: sulla Suzuki nel Mondiale
in Superbike

Il Mc Bikers Salerno City incontra i giovani il sabato sera

Il Mc Bikers Salerno City incontra i giovani il sabato sera
in Commenti sul motociclismo meridionale e non solo

Aprilia CRT: perché con FTR?

Aprilia CRT: perché con FTR?
in Motomondiale

Più tecnologia e meno potenza massima

Più tecnologia e meno potenza massima
in Commenti sul motociclismo meridionale e non solo