Joan Lascorz e ondate di pensieri

Joan Lascorz e ondate di pensieri

Domenica scorsa, primo Aprile 2012, dopo tanto tempo ho finalmente rivisto due manche della SBK in compagnia di uno dei miei due fratelli. Cambia il soggiorno, passano gli anni ma non cambia lo stile, a base di commenti fuori dal coro, esaltazioni e urla (non troppe questa volta, a dir la verità).  Lo spirito bastian contrario vi è sempre, intatto come non mai: dove la dove la stragrande maggioranza del pubblico tifa per il campionissimo, noi seguiamo i piloti da metà schieramento in giù, quelli che in tutta la carriera faranno qualche podio o spunteranno una vittoria.

O magari no, e in futuro riusciranno a sfondare, con la soddisfazione, quando saranno in cima al mondo, di poter dire “eh, da quand'è che lo seguo quel pilota là…” Questi piloti sono la vera anima della griglia, e da quest’anno vi sono anche due giovani italiani, Davide Giuliano e Lorenzo Zanetti, con tanta grinta e testa.  La nostra attenzione durante la gara però era là davanti: una moto verde in compagnia di un pilota che nel mondiale non ha mai espresso il proprio potenziale. Una Kawa e un comprimario che guidano la corsa, senza condizioni ambientali anomale?! Roba storica, eppure è la seconda gara che sono  davanti: la Kawasaki è sempre più una certezza.

Lunedì mattina, durante una pausa studio, ho aperto Word per gettare la traccia di un testo a base di Verde Acido&Piloti eroi per i Veri Appassionati. Grande Sykes con due meritatissimi podi, mentre il suo compagno di squadra Lascorz arriverà in futuro. La scorsa stagione si è affacciato alle posizioni che contano più di una volta, avrà tutte le carte in regola per rifarlo anche quest’anno. Un altro pilota da seguire, appoggiato da una moto in forma come non mai.
E invece….
E Invece, dopo il caffè post pranzo,  leggo su FB  una notizia agghiacciante:  Joan Lascorz, vittima di un bruttissimo incidente, rischia la paralisi. Mi si gela il sangue, si materializza l’incubo di quella domenica di Ottobre. Ero all’estero e sempre tramite FB venni a conoscenza dei fatti. Niente TV, solo un PC da smanettare disperatamente alla ricerca di notizie spezzettate qua e la. Ieri pomeriggio, l’unica certezza per le condizioni di Jumbo Lascorz,era il bollettino medico ufficiale del martedì mattina. Un miracolo come per Regis Laconì? Io in fondo ci speravo.  E invece no, il dramma. Un ragazzo con un anno in meno di me si ritrova paralizzato dal collo in giù, per il resto della sua vita, da ricostruire ora totalmente. Una vita terribilmente segnata dall'inseguire  un sogno, direbbero i sentimentalisti, o facendo il proprio lavoro, direbbero i più freddi e obiettivi. Io so solo che questo incidente è stato come un terribile schiaffo in faccia. Come pochi. Riprendo a studiare, anneghiamo i brutti pensieri……

Forza Joan!!!!!


comments powered by Disqus

Altri commenti

lucajoebar

per favore, prima di dare per certa la paralisi di Lascorz aspettiamo i comunicati ufficiali. Non facciamo la figura della Gazzetta...

Inserito: 05 aprile 2012
cervogia

Spero di sbagliarmi.
Con tutto il cuore.

Inserito: 06 aprile 2012
Username
Password
Non sei registrato?
Registrati, è gratis!

Commento


Pensieri a Sfondo Motociclistico


Articoli più letti

Articoli precedenti su MotoCorse.com

Pedrosa: truffa per la patente nautica

Pedrosa: truffa per la patente nautica
in Altre notizie

Moto Morini: svelata la Rebello

Moto Morini: svelata la Rebello
in Moto e mercato

Alex de Angelis: 2012 con Braghi Racing?!

Alex de Angelis: 2012 con Braghi Racing?!
in Altre notizie

Ezpeleta: 15 milioni di euro a team e...

Ezpeleta: 15 milioni di euro a team e...
in Motomondiale